INFERMIERE DI COMUNITA'

Chi è?: è l'operatore sanitario dell'Azienda per i  Servizi Sanitari "Medio Friuli"  Distretto di Udine che, esperto e qualificato in assistenza domiciliare, opera per individuare i bisogni di assistenza, condividerli e proporre possibili soluzioni ai vostri problemi.

 Cosa fa?: l'infermiere di comunità è il riferimento dei cittadini di Pradamano per i bisogni di consulenza ed assistenza infermieristica e si impegna a :

contribuire, assieme alla famiglia, a mantenere la persona non autosufficiente nel proprio ambente di vita ;

garantire, assieme al medico di medicina generale, la continuità assistenziale;

collaborare con tutti gli operatori della Comunità per la gestione e la soluzione dei bisogni socio sanitari dei cittadini / utenti ;

insegnare agli utenti, ai familiari e a coloro che si prendono cura di persone non autosufficienti quali sono i comportamenti più adeguati per gestire i problemi di salute;

promuovere e partecipare alle iniziative volte a mantenere e migliorare le condizioni di salute;

informare ed orientare sulla modalità di accesso ai servizi socio sanitari ;

facilitare i comportamenti di solidarietà all'interno della Comunità.

Opera  a domicilio per le persone che non autosufficienti che necessitano di un piano assistenziale infermieristico programmato.

 Si attiva direttamente telefonando al numero di cellulare dell'infermiera, oppure mediante il medico di medicina generale, o l'assistente sociale del Comune di Pradamano.

 Infermiere  Emanuela Chiopris        

Cell. 320 4379549

Distretto di Udine - segreteria unica integrata Socio Sanitaria

Tel. 0432 553846 (dal Lunedì al Venerdì  8 -14)

Centro unico di Prenotazione  ( CUP )

Prenotazione telefonica per esami e visite in ASS 4, Ospedale civile di Udine, Policlinico Universitario

N. verde 800 423 445 (Lun - Ven 8 - 17)

Costi: il servizio è gratuito.

INFORMATIVA E MODULISTICA

Per poter accedere ai vari servizi consultare la pagina UFFICIO Servizi Sociali

Fondo per l' Autonomia Possibile

FONDO PER L'AUTONOMIA POSSIBILE (F.A.P.) L.R. n. 6/2006

Che cos'è: è un beneficio economico erogato a quelle persone che, per la loro condizione di parziale o totale non autosufficienza, non possono provvedere alla cura della propria persona e  mantenere una normale vita di relazione senza l'aiuto determinante di altri. L'obbiettivo del fondo, pertanto, è quello di favorire la permanenza a domicilio di suddette persone e sostenere le famiglie che assistono i propri cari, fornendo loro risorse adeguate finalizzate ad un miglioramento dell'assistenza.  Gli operatori sociali e sanitari in collaborazione con la persona non autosufficiente e la famiglia, elaborano un Progetto Personalizzato che prevede gli interventi necessari e realizzabili in risposta al problema evidenziato.

Il F.A.P. si articola nei seguenti tipi d'intervento:

1. assegno per l'autonomia: è un intervento cha ha lo scopo di rendere possibile e sostenibile l'assistenza dei famigliari a domicilio delle persone in condizione di grave non autosufficienza;

2. contributo per l'aiuto famigliare: è un contributo che ha la finalità di sostenere le situazioni in cui la persona o la famiglia si avvalgono dell'aiuto di addetti all'assistenza famigliari ("badanti" assunte regolarmente con contratto C SUPER) per le attività assistenziali di cura;

3. sostegno alla vita indipendente: è un intervento che concorre a finanziare i progetti di vita indipendente per la persona con grave disabilita, in grado di autodeterminarsi.

 

Documentazione richiesta: certificazione I.S.E.E. del prorprio nucleo famigliare (non superiore a €35.000,00=), documentazione sanitaria attestante l'handicap, eventuale certificato di invalidità.

A chi rivolgersi la domanda deve essere richiesta all'Assistente Sociale durante gli orari di ricevimento pubblico