Convivenze di fatto

La Legge n. 76/2016, in vigore dal 5 giugno 2016, prevede la disciplina delle convivenze di fatto (commi 36 - 65 dell'art. 1).

 

La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, residenti nel Comune di Pradamano, coabitanti e iscritte sul medesimo stato di famiglia.

 

Non è possibile costituire una convivenza di fatto se gli interessati sono uniti da legati di parentela, affinità od adozione o se anche uno solo di loro sia tuttore legato da un vincolo matrimoniale o faccia parte di un'unione civile.

 

 

 

Come dichiarare una convivenza di fatto

 

Gli interessati devono presentare un'apposita dichiarazione sottoscritta da entrambi (modulo allegato in fondo alla pagina).

 

Se gli interessati non hanno la stessa residenza anagrafica, ovvero non hanno ancora la residenza a Pradamano, è necessario regolarizzare la posizione effettuando prima di tutto la variazione di residenza o di abitazione e allegare la dichiarazione al resto della documentazione prevista.

 

La dichiarazione può essere inoltrata:

 

- personalmente presso l'Ufficio anagrafe del Comune di Pradamano – Piazza chiesa n. 3, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:45, il lunedì dalle 15:45 alle 19:30 e il giovedì dalle 15:45 alle 17:45. Può presentarsi anche uno solo componente della convivenza di fatto purchè in possesso della fotocopia del documento d'identità del componente assente;

 

- invio dichiarazione cartacea e copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori mediante raccomandata A/R all’indirizzo: Comune di Pradamano – Ufficio Anagrafe – Piazza Chiesa n. 3- 33040 Pradamano (UD);

 

- invio dichiarazione cartacea e copia dei documenti d’identità dei sottoscrittori tramite fax allo 0432.670002;

 

- invio telematico via mail a protocollo@comune.pradamano.ud.it di scansione della dichiarazione recante le firme autografe e dei documenti d’identità dei dichiaranti;

 

- invio telematico via pec a comune.pradamano@certgov.fvg.it della dichiarazione con firma
digitale o qualificata di entrambe i dichiaranti.

 

 

Effetti della dichiarazione della convivenza di fatto

 

I conviventi di fatto:

a) hanno gli stessi diritti spettanti al coniuge nei casi previsti dall'Ordinamento penitenziario;

b) in caso di malattia e di ricovero, i conviventi di fatto hanno diritto reciproco di visita, di assistenza, nonchè di accesso alle informazioni personali, secondo le regolae di organizzazione delle strutture ospedaliere o di asssitenza pubbliche, private o convenzionate, previste per coniugi e famigliari;

c) ciascun convivente di fatto può designare l'altro quale suo rappresentante con poteri pieni o limitati in caso di malattia che comporti incapacità di intendere e di volere per le decisioni in materia di salute oppure, in caso di morte, per quanto riguarda la donazione degli organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie;
d) i diritti inerenti la casa di abitazione;
e) successione nel contratto di locazione della casa di comune residenza per il convivente di fatto nel caso di morte dell'intestatario del contratto o di suo recesso;
f) inserimento nelle graduatorie per l'assegnazione di alloggi di edilizia popolare, qualora l'appartenenza ad un nucleo famigliare costituisca titolo o causa preferenziale;
g) diritti del convivente nell'attività d'impresa;
h) ampiamento delle facoltà riconosciute al convivente di fatto nell'ambito delle misure di protezione delle persone prive di autonomia;
i) in caso di decesso del convivente di fatto, derivante da fatto illecito di un terzo, nell'individuazione del danno risarcibile alla parte superstite si applica i medesimi criteri individuati per il risarcimento del danno al coniuge superstite.


L'ufficiale d'anagrafe rilascia la certificazione anagrafica relativa alla convivenza di fatto.

 

 

Cessazione della convivenza di fatto

 

La cessazione della convivenza di fatto, con relativa presa d'atto da parte dell'Ufficiale d'Anagrafe, avviene:

 

- se viene meno la situazione di coabitazione (trasferimento di residenza anche di un solo componente);

 

- nel caso di matrimonio o unione civile tra gli interessati o tra uno di essi ed una terza persona;

 

- qualora, da dichiarazione di uno o entrambi i conviventi, riusltino estinti i legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale. In quest'ipotesi, finchè prosegue la coabitazione, il nucleo familiare rimane comunque invariato sotto il profilo anagrafico.

 

La dichiarazione di cessazione della convivenza di fatto (modulo allegato in fondo alla pagina), può essere sottoscritta anche da uno solo degli interessati; in questo caso l'Ufficio anagrafe provvederà a inviare all'altro componente la relativa comunicazione.

 

La dichiarazione di cessazione della convivenza può essere inviata con una delle stesse modalità della dichiarazione di convivenza di fatto sopra riportate. 

 

 

Contratto di convivenza

 

I conviventi hanno facoltà di regolare i propri rapporti patrimoniali con un contratto di convivenza, stipulato con atto pubblico o scrittura privata autenticata da un notaio o avvocato, che lo invierà, entro10 giorni, al Comune di residenza, per la registrazione in anagrafe, ai fini dell'oppinibilità ai terzi.

 

La trasmissione potrà essere effettuata:

- a mezzo lettera raccomandata all'indirizzo: Comune di Pradamano - Ufficio Anagrafe. Piazza Chiesa n. 3 - 33040 Pradamano (UD);

- via pec all'indirizzo: comune.pradamano@certgov.fvg.it.

Tale contratto potrà essere modifcato o risolto (sia per accordo delle parti, che per recesso unilaterale) con atto redatto e pubblicizzato nelle stesse forme.

 

 

Dichiarazione costituzione convivenza di fatto

 

Dichiarazione cessazione convivenza di fatto