Italian

CORONAVIRUS - DPCM 24 ottobre 2020

domenica, 25 ottobre 2020

Conte ha firmato il nuovo Dpcm 25 ottobre 2020 con le misure restrittive anti-Covid che sarà in vigore dal 26 ottobre al 24 novembre 2020.

 

Le  principali novità:

 

1) Bar e ristoranti chiusi dalle 18

Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.

Rimane consentita la ristorazione da asporto entro la mezzanotte, ribadendo il divieto di consumare nelle vicinanze del locale; confermati anche, se nel rispetto delle regole igienico-sanitarie, i servizi di consegna a domicilio.

Dalle 18 non sarà più possibile il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

 

 

2) Scuola, aumenta al 75% la didattica a distanza

Il nuovo DPCM va a ad istituzionalizzare una didattica a distanza pari almeno al 75% per le scuole superiori, mentre per tutte le altre (asili nido, scuola materna, elementari e scuole medie) prosegue la didattica in presenza.

 

 

3) Palestre e piscine chiuse

Chiusura totale di palestre e piscine, insieme a “centri natatori, centri benessere, centri termali e stazioni sciistiche”.

Se svolta presso centri e circoli sportivi nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, l’attività sportiva rimane consentita.

Rimane vietato lo sport di contatto e l’attività sportiva dilettantistica di base.

 

 

4) Chiusi teatri, cinema, casinò e sale giochi

Sospese anche “le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò. Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto”.

 

 

5) Spostamenti limitati

E’ fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune”.

 

DPCM 24 ottobre 2020

Allegati al DPCM